Recensione: “Il segreto della Hudson Queen”

"Il segreto della Hudson Queen" di Jakob Wegelius (Iperborea) Seconda puntata delle avventure della simpatica, umanissima scimmia Sally Jones e del suo amico umano Henry Koskela. Questa volta la vicenda ruota attorno al ritrovamento casuale di una preziosa collana a bordo della loro nave (la "Hudson Queen"). Per chiarire il mistero e scoprire a chi... Continue Reading →

Recensione: “Un ritornello non fa primavera”

"Un ritornello non fa primavera" di Philippe Georget (Edizioni Eo) I cosiddetti "Gialli", a parere di chi scrive, dovrebbero combinare almeno quattro elementi: scrittura scorrevole e concisa, personaggi e storie credibili, efficace inquadramento delle storie nei luoghi (o "location", come dicono gli anglofili). Questo romanzo soddisfa pienamente dette caratteristiche: Perpignan - cittadine di confine tra... Continue Reading →

Recensione: “La treccia della nonna”

"La treccia della nonna" di Alina Bronsky (Keller) Margarita Ivanovna, ex ballerina dispotica e razzista, e suo marito Cinzig, taciturno e remissivo, emigrano dalla Russia alla Germania con il nipotino Max, trattato da "piccolo idiota" e alimentato a pappette, vessato e iperprotetto: nulla si sa dei suoi genitori. Nel caseggiato dove sono ospitati, conoscono Nina,... Continue Reading →

Recensione: “La stagione fischiettante”

"La stagione fischiettante" di Ivan Doig (Nutrimenti) L'immaginaria città di Great Falls fa da sfondo, come anche in altri romanzi, a questa vicenda: come già ne "L'ultima corriera per la saggezza", il protagonista e voce narrante è un bambino, Paul Milliron, orfano di madre e fratello di Damon e Toby. Il padre, Oliver, decide che... Continue Reading →

Recensione: “Grado nella tempesta”

"Grado nella tempesta" di Andrea Nagele (Emons) Recensione di Alessia Sorgato. Ho trascorso a Grado, località balneare in Friuli Venezia Giulia, tutte le vacanze estive dai miei 14 ai miei 20 anni. Quindi le più spensierate. I ricordi meravigliosi di quelle estati adolescenziali, gli amici, le scorribande, i primi timidi amori, mescolati alle immagini di... Continue Reading →

Recensione: “La compagna Natalia”

"La compagna Natalia" di Antonia Spaliviero (Sellerio) Se è vero che, negli ultimi anni, gli scaffali delle librerie sono stati incalzati da un flusso di novità in costante crescita, ci troviamo talvolta di fronte ad un felice caso opposto: La compagna Natalia è un piccolo gioiello rimasto per anni nel cassetto - o, più precisamente,... Continue Reading →

Recensione: “Lo shtetl perduto”

"Lo shtetl perduto" di Max Gross (Edizioni E/O) Il racconto affronta con ironia yiddish l'incontro tra due mondi, ma non manca di affrontare temi serissimi e tragici come l'antisemitismo, la Shoah e l'intolleranza nei confronti dei "diversi". Lo fa tuttavia con tono lieve, quasi agrodolce, con una scrittura scorrevole. Kreskol è una comunità ebraica (Shtetl)... Continue Reading →

Recensione: “Il porto di Marsiglia”

"Il porto di Marsiglia" di Albert Londres (Abbot) L'autore, vagabondando tra le strade del porto di Marsiglia, racconta delle moltitudini di persone che lo percorrono e lo vivono, disegnando con grande efficacia un affresco di colori, odori e rumori relativi alle diverse etnie dei suoi frequentatori ed abitanti. Sembra quasi che Marsiglia sia un organismo... Continue Reading →

Recensione: “Una famiglia come tante”

"Una famiglia come tante" di Sylvie Schenk (Keller) Aline, Celine, Pauline e Philippe Cardin sono molto legati agli zii Simon e Tamara, diversissimi come carattere e tenore di vita dai loro genitori. Simon e Tamara sono brillanti, eleganti ed anticonformisti: hanno quindi rappresentato un punto di riferimento per i nipoti Cardin. Alla loro morte, tra... Continue Reading →

Recensione: “Elizabeth Appleton”

"Elizabeth Appleton" di John O'Hara (Nutrimenti) La protagonista appartiene, per nascita, ad una famiglia dell'alta società di New York: abituata alla ricchezza, alla mondanità, alle feste, è, insomma, un po' frivola e snob. La decisione di sposare John Appleton, futuro insegnante di storia in un piccolo college della Pennsylvania, comporta per Elizabeth un radicale cambiamento... Continue Reading →

Recensione: “Mr. Hyde”

"Mr Hyde" di Thomas Narcejac, Pierre Boileau (Nutrimenti) Renè Jeantôme è uno scrittorie di qualità, che con il suo romanzo "Biribi" ha vinto premi letterari importanti, ma che sta vivendo un periodo di profonda crisi di ispirazione, mentre sua moglie, Myriam, sforna best sellers porno rosa che le fanno guadagnare soldi a palate. Per risolvere... Continue Reading →

Recensione: “Una bestia in paradiso”

"Una bestia in Paradiso" di Cécile Coulon (Edizioni Eo) Emilienne vive nella fattoria chiamata "Paradiso" con i suoi nipoti Blanche e Gabriel, orfani di entrambi i genitori per un disgraziato incidente automobilistico, ed il taciturno Louis, in fuga da un padre violento. L'adolescenza di Blanche è segnata dall'amore per la terra, per quell'angolo di "paradiso",... Continue Reading →

Recensione: “Casa Trelawney”

"Casa Trelawney" di Hannah Rothschild (Neri Pozza) Siamo nel 2008. Una famiglia appartenente all'antica nobiltà della Cornovaglia - tre generazioni di conti e contesse - è ormai ridotta quasi in miseria e vive asserragliata nel castello avito diroccato e fatiscente. L'unica che sembra rendersi conto della realtà ed a combattere la lotta per la sopravvivenza... Continue Reading →

Recensione: “La banda degli uomini”

"La banda degli uomini" di Flavio Villani (Neri Pozza) Volendo definire cromaticamente questo romanzo si potrebbero utilizzare solo due colori; il nero e il grigio. Nero per lo stile di narrazione che ricorda i "noir" dell'editore Gallimard e grigio le sensazioni e le atmosfere che pervadono il romanzo, dal grigiore della realtà ivi descritta al... Continue Reading →

Consigliato: “L’uomo che inseguiva il vento”

"L’uomo che inseguiva il vento" di Ramon Diaz Eterovic (Elliot) Recensione di Danilo Tagliaferri: Riappare, per i tipi di Elliot, R.D. Eterovic - già autore del bellissimo "I sette figli di Simenon" - con il suo ultimo romanzo, ambientato nella città cilena di Punta Arenas, dove sbarca Renic, croato in fuga dagli orrori della Prima... Continue Reading →

Recensione: “I demoni di Berlino”

"I demoni di Berlino" di Fabiano Massimi (Longanesi) Questo romanzo rappresenta il seguito ideale de "L'angelo di Monaco", ambientato nel 1931 e basato sulla vicenda di Geli, nipote di Hitler ed apparente suicida. Il commissario Sauer (che si era occupato delle indagini insieme al collega Forster) torna in Germania, questa volta a Berlino, per ritrovare... Continue Reading →

“Una vita su misura” di H. M. van den Brink

Recensione di Danilo Tagliaferri. "Una vita su misura" di H. M. van den Brink (Marsilio) Karl Dijk, che per quarant'anni ha compiuto diligentemente il suo lavoro presso l'Ufficio Pesi e Misure di Amsterdam, non si presenta alla festa per il suo pensionamento. Il suo collega più anziano, incaricato di scrivere il discorso di commiato, ripercorre... Continue Reading →

Recensione: “Ritratto di Kit Brandon”

Recensione di Danilo Tagliaferri. "Ritratto di Kit Brandon" di Sherwood Anderson (Ortica Editrice) Elio Vittorini, nell'antologia "AMERICANA" - pubblicata da Bompiani tra mille difficoltà nel 1941 - presenta Sherwood Anderson nel capitolo "Rivolgimento delle forme", associandolo ad altri autori innovativi quali Willa Cather, Gertrude Stein ed Eugene O'Neill. Nella parabola esistenziale delle protagonista (ragazza "montanara"... Continue Reading →

Recensione: “Il mondo dietro di te”

Recensione di Danilo Tagliaferri: "Il mondo dietro di te" di Ruman Alam (La Nave di Teseo). Una famiglia di New York - Amanda, Clay ed i figli Archie e Rose - ha affittato una bella villa in un luogo remoto, lontano dal caos cittadino, per una breve vacanza. Dopo alcuni giorni la vacanza viene interrotta... Continue Reading →

Recensione: “Quel che si vede da qui”

Vi proponiamo una recensione in poesia di Rita Casalini: "Quel che si vede da qui" di Mariana Leki (Keller editore).  

“Città di morti” recensito da Lucarelli

Vi riportiamo un articolo di Carlo Lucarelli su Città di morti di Herbert Lieberman (da La Lettura del Corriere della Sera). Città di morti era nei consigliati del 2018 della Libreria Fahrenheit 451. Click sull'immagine per ingrandire:

Recensione: “La vendetta del perdono”

Recensione di Silvia Signaroldi La vendetta del perdono di Eric-Emmanuel Schmitt edizioni E/O Con una scrittura magnifica, semplice e ricca, Schmitt assesta alle nostre emozioni latenti e assopite quattro incalzanti racconti: l'invidia di una gemella insoddisfatta, la dolcezza di una mamma inadatta, l'abilità psicologica di una madre annientata, la poesia di un vecchio e una... Continue Reading →

Recensione: “Yono-Cho”

Recensione di Silvia Signaroldi. Yono-cho di Vittorino Andreoli Rizzoli Certo che come psichiatra deve averne viste e sentite di tutti i colori, per riuscire a scrivere un libro così pazzesco, nel vero senso del termine... Comprai il libro ma non lo lessi subito, ma sono convinta che se lo avessi letto allora non ne avrei... Continue Reading →

Recensione: “Gilgi, una di noi”

Recensione di Silvia Signaroldi. Irmgard Keun Gilgi, una di noi L'orma editore Dal gruppo di lettura che si è ormai consolidato in libreria arrivano spunti sempre autentici ed inconsueti. Questa volta il suggerimento ci concentra sul mondo interiore di una donna del 1930, e anche sul contesto storico e culturale dell'epoca. Epoca di storia recente... Continue Reading →

Recensione: “L’infortunio”

Recensione di Silvia Signaroldi. Chris Bachelder L'infortunio BIG SUR Una bella sorpresa: tutto in questo libro è una bella sorpresa. Si svolge tutto in un fine settimana dedicato ad un rito annuale ben preciso ed immancabile per 22 amici e sembra quasi una scadenza per le considerazioni e soprattutto i bilanci di una vita, di... Continue Reading →

Recensione: “Racconti di cinema”

Recensione di Silvia Signaroldi. Racconti di cinema A cura di Emiliano Morreale e di Mariapaola Pierini Einaudi ed. Impegnativo per il livello narrativo in cui i racconti si collocano tutti, frutto di una scelta, come spiegano i curatori, molto ampia ma assai precisa. Alcuni autori sono stati per me una scoperta, e anche certe sfaccettature... Continue Reading →

Recensione: “Il bacio della donna ragno”

Recensione di Silvia Signaroldi. Manuel Puig Il bacio della donna ragno Edizioni SUR Avevo sentito parlare del film senza peraltro averlo mai visto, sul libro ero un po' timorosa dato che i romanzi ambientati nelle dittature mi angosciano più degli horror, forse perché sono realtà che superano le più terrificanti fantasie. Ma ci sono riuscita,... Continue Reading →

Recensione: “Solo per Ida Brown”

Recensione di Alessandro Mastroianni. Solo per Ida Brown di Ricardo Piglia edizioni Feltrinelli “La questione non era come pensare ciò che si vive, ma come vivere per poter pensare” Ricardo Piglia, argentino, tra i migliori scrittori latino americani, ci lascia come ultimo lavoro questo “Solo per Ida Brown”, un romanzo noir pregno di letteratura e critica... Continue Reading →

Recensione: “La ricetta del Dottor Wasser”

Recensione di Silvia Signaroldi. Lars Gustafsson La ricetta del Dottor Wasser (Iperborea) Confesso che mi ha spiazzata: si dipana proprio come la narrazione di memorie di un anziano che tra un aneddoto e un cruciverba e un bicchiere racconta com'è andata veramente la sua vita, ma poi divaga sulle storie connesse e attinenti, e poi... Continue Reading →

Recensione: “La più amata”

Recensione di Silvia Signaroldi. Teresa Ciabatti La più amata (Mondadori) Mi era rimasta impressa, tanto che ogni tanto ci ripenso, una di quelle frasettine stucchevoli su sfondi evanescenti e diceva più o meno "ogni scrittore parla di sé, se è bravo ti illude che parli di te". Per fortuna qui non succede, perché nessuno vorrebbe... Continue Reading →

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑