"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Ultima

Consigliato: “Shaft”

SHAFT
di Ernest Tidyman
edizioni Sur

BIGSUR10_Tidyman_Shaft_cover

John Shaft ha ventotto anni, la pelle nera e una licenza di detective privato. Schivando i mille pericoli di una New York ribollente e ringhiosa, si muove sicuro tra la sua abitazione nel Village, il suo quartier generale in Times Square e il letto di una delle tante ragazze che sembrano immancabilmente cadergli ai piedi. Ma quando viene rapita la figlia del boss malavitoso Knocks Persons, Shaft si trova suo malgrado risucchiato in un intrigo colossale di cui perfino la polizia ignora i contorni e che coinvolge la mafia italiana, i militanti nazionalisti neri e la criminalità di Harlem. Con l’aiuto del tenente Vic Anderozzi e di Ben Buford, amico di gioventù e ora a capo di una potente organizzazione armata, Shaft dovrà tentare di disinnescare la più grossa guerra criminale e razziale che New York abbia mai conosciuto. Con molta azione, tanto sangue freddo, e più di un colpo di scena. In questo primo capitolo della saga di Shaft, l’autore Ernest Tidyman si diverte a giocare con gli stereotipi del genere hard boiled (e con quelli razziali), dando vita a un racconto avventuroso e politicamente scorretto, intricato come un film del primo Tarantino e crudo come un romanzo di Ellroy.

Weekend “Dal Mississippi al Po”

mississippi

VENERDI’ 8 LUGLIO PARCO ARCHEOLOGICO DI TRAVO

h18.30 – “Storie di questo mondo” – “L’urlo della storia”: Maurizio Matrone presenta PATRIZIA DEBICKE VAN DER NOOT E FRANCO FORTE

h21.00 – “Storie di questo mondo” – “Arie fosche, cuori lievi””: Alessandra Tedesco & Luca Ponzi presentano MAURIZIO DE GIOVANNI E JAMES RUNCIE

h22.00 – Concerto Live della grande RUTHIE FOSTER

Festival Internazionale” – Parco Archeologico di Travo –

SABATO 9 LUGLIO PARCO ARCHEOLOGICO DI TRAVO

h18.30 – “Storie di questo mondo” – Luca Crovi presenta STEFANO TURA

h21.00 – “Storie di questo mondo” – “Estonia: tra storia e mito”: Giuliano Aluffi presenta MEELIS FRIEDENTHAL

h22.00 – Concerto Live DAVIDE VAN DE SFROOS – Folk Coopera Tour

Festival Internazionale” – Parco Archeologico di Travo –

Consigliato: “Giorni selvaggi”

Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia:

Giorni selvaggi
di William Finnegan
Premio Pulitzer 2016 per la Biografia

-11

Giorni selvaggi è il racconto di un’esistenza trascorsa a inseguire l’onda perfetta in giro per i cinque continenti, dalla Polinesia all’Australia, daMadeira al Sud Africa, dalle Fiji al Perù. È il diario di un’ossessione, uno straordinario romanzo d’avventure, e un viaggio iniziatico nei segreti di un’arte esatta – il surf –, che è la chiave per esplorare la vita. Il surfista ha sempre davanti un orizzonte, che attrae e atterrisce: nel mare ogni cosa è connessa a tutte le altre. «Le onde sono il tuo campo da gioco,» scrive Finnegan «sono l’oggetto della tua adorazione e dei tuoi desideri più profondi. Ma allo stesso tempo sono il tuo avversario, il tuo nemico mortale, la tua nemesi». Scrive Thad Ziolkowski sulle pagine del «New York Times» che nessuno era riuscito prima di Finnegan a far incontrare surf e letteratura con tanta maestria: «Sia l’onda sia l’uomo sul surf sono senza tempo. Perché cavalcare le onde, dopotutto, è un misterioso culto pagano».

-14.jpg

William Finnegan lavora per il «New Yorker» dal 1987. Ha compiuto reportage in Sudafrica, Mozambico, Somalia, Sudan, Madagascar, in Messico e in altri paesi del Centro e del Sud America, in Australia, Spagna, Gran Bretagna, Ucraina, Moldovia, nei Balcani, oltre che in diverse zone degli Stati Uniti. Sì è occupato soprattutto di politica interna ed estera, di guerra, povertà, razzismo, crimine organizzato, globalizzazione, surf.

Ha pubblicato cinque libri: Barbarian Days: A Surfing Life, la cui versione italiana è edita da 66thand2nd nella collana Vite inattese; Cold New World: Growing Up in a Harder Country; A Complicated War: The Harrowing of Mozambique; Dateline Soweto: Travels with Black South African Reporters; e Crossing the Line: A Year in the Land of Apartheid. Ha vinto numerosi premi, tra cui due volte l’Overseas Press Club Award e, nel 2016, il premio Pulitzer per il miglior memoir con Barbarian Days – segnalato dal «New York Times» tra libri più venduti dell’anno. Finnegan collabora anche con «Granta»,«Harper’s», «The New York Review of Books» e altre riviste.

Nato a New York nel 1952, e cresciuto tra la California e le Hawaii, oggi l’autore vive a Manhattan con la famiglia.

finnegan_giorni_internazionale.it_2lug16

finnegan_giorni_huffingtonpost_4lug16

 

Fahreblues: Marco Balestracci + RAB4

balestracci

FAHREBLUES MERCOLEDì 29 giugno ore 21.00

Piacenza, via Legnano spazio esterno libreria Fahrenheit 451

Lo scrittore Marco Ballestracci, accompagnato da Ilaria Guidantoni, ci racconta un viaggio imprevedibile per le pianure dell’Ucraina, le Langhe e la Val Trompia, tra divisioni di fanteria, staffette partigiane e squadrette giovanili, dove le gesta dei cinque “guardiani” – cinque interpreti stravaganti del ruolo più eccentrico del calcio, il portiere – rivivono nelle giocate di un bambino, diventato ragazzo e poi uomo, che comincia terzino prima di scoprirsi un talento tra i pali. Anzi, nelle uscite.

Seguirà concerto dei RAB4

Bar aperti con tavoli all’esterno

Dal Mississippi al Po festival Blues

mississippi.png

Ecco il programma della dodicesima edizione del Festival blues musicale/letterario “Dal Mississippi al Po”:

DAL MISSISSIPPI AL PO XII (file pdf)

Consultate il sito per aggiornamenti:  www.festivaldalmississippialpo.com