"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Ultima

Incontro con l’autore Mike Maric

Seconda tappa di “Transumanza” presso Palazzo Ghizzoni Nasalli (via Roma angolo vicolo Serafini, Piacenza) in occasione del mese dedicato alla lotta contro il cancro al seno.

venerdì 19 ottobre alle ore 18.30 con Mike Maric, autore del libro “La scienza del respiro” edito da Vallardi e da Fondazione Umberto Veronesi.

scienza-respiro-maricMike Maric è medico e professore all’Università di Pavia, impegnato nello studio e la ricerca scientifica, è stato campione del mondo di apnea nel 2004 e in successione coach di Federica Pellegrini, Igor Cassina e Filippo Magnin. Mike è anche Ambassador per il progetto Pink is Good di Fondazione Umberto Veronesi<http://pinkisgood.it/wp/&gt;, dove lavora sulla gestione dello stress e delle emotività attraverso la respirazione nella preparazione sportiva delle Pink Runners e l’uso della respirazione anche durante le cure chemioterapiche. Pink is Good per la Fondazione significa promuovere la prevenzione, indispensabile per individuare la malattia nelle primissime fasi, e fare informazione sul tema in modo serio, accurato, aggiornato. La sua filosofia è riassunta in “Se sei padrone del tuo respiro, sei padrone del tuo corpo, sei padrone della tua mente, sei padrone della tua vita. Stress, attacchi di panico, problemi di peso? Respira, non devi fare altro per iniziare a stare meglio.”

La respirazione è il primo fabbisogno fisiologico necessario alla sopravvivenza ma il diaframma, che è il muscolo principale, è oggi anche il più sottovalutato, viene infatti utilizzato meno del 40% , mediamente abbiamo circa 5 litri di aria e ne utilizziamo solo 1/8. Proprio per questo motivo, Mike si dedica a questo aspetto cercando di insegnarci a migliorare la consapevolezza del nostro respiro, insegnandoci le basi mediche e scientifiche di una respirazione corretta e funzionale.

Transumanza è un festival letterario itinerante organizzato da Libreria Fahrenheit 451 e Bookbank libreria d’altri tempi; in collaborazione con AMOP (associazione malati oncologici Piacenza) danno il via a un paio di iniziative per sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione.

Annunci

Incontro con l’autore Tony Face Bacciocchi

Domenica 14 ottobre alle ore 18 alla libreria Fahrenheit 451 incontro
con il giornalista scrittore Antonio Bacciocchi (Tony Face) per parlarci
del musicista Gil Scott-Heron attraverso il suo nuovo libro.

Ospiti oltre all’autore, Lilith – Rita Oberti e il musicista Fabrizio
Frabetti.

majhcbmiedebabjg

Il libro racconta la storia di Gil Scott-Heron. Poeta, scrittore,
musicista, è stato il cantore dell’America del Vietnam, dei diritti
negati ai neri e delle loro lotte, ma anche dei meandri più oscuri e
maledetti dell’animo umano, quello minato da disperazione, povertà,
alcolismo, droga, emarginazione.

Lo ha sempre fatto con estrema lucidità, un linguaggio crudo e,
tuttavia, ironico e pungente, accompagnato da una miscela musicale
originale e personalissima che ha attinto sapientemente dalle radici
della black music, rinnovandola e modernizzandola, rimettendosi
costantemente in gioco, contro ogni ostacolo, anche quelli più alti.

Completano il libro un’intervista ad Alberto Castelli un intervento di
Carlo Babando, varie testimonianze, la lista delle apparizioni di Gil in
Italia e una discografia ragionata.

Incontro con l’autore Alessandro Milan

Doppia tappa di “Transumanza” a Piacenza in ottobre, in occasione del mese dedicato alla lotta contro il cancro al seno.
Transumanza è un festival letterario itinerante organizzato da Libreria Fahrenheit 451 e Bookbank libreria d’altri tempi; in collaborazione con AMOP (associazione malati oncologici Piacenza) daranno il via a un paio di iniziative presso Palazzo Ghizzoni Nasalli (via Roma angolo vicolo Serafini ), per sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione.

Il primo appuntamento sarà venerdì 12 ottobre alle ore 18.30 con il giornalista Alessandro Milan e il suo libro “Mi vivi dentro” (DeA Planeta), scritto quando nel dicembre del 2016 sua moglie, la giornalista Francesca Del Rosso, detta Wondy, ha perso la sua battaglia contro il tumore.

ioomlmghnohehmma (1)

click per ingrandire

 

Alessandro Milan è giornalista da quasi venti anni a Radio24, dove conduce programmi di approfondimento ed è presidente dell’associazione “Wondy Sono Io” wondysonoio.org, impegnata nella diffusione della cultura della resilienza.
Nel libro ha voluto raccontare una storia piena di speranza, di amore, di attaccamento alla vita. Un inno alla resilienza.
Tutto comincia alle sei di mattina, in radio, dove due giornalisti assonnati si danno il turno. Lui sta cercando di svegliarsi con un caffè, lei sta correndo a casa dopo aver lavorato tutta la notte. E succede che nella fretta i due scambiano per errore i loro cellulari. Si rivedono qualche ora più tardi e da un dialogo quasi surreale nasce un invito al cinema, poi a una mostra, un aperitivo, una gita in montagna. Francesca è bassina, impertinente, ha i capelli biondi arruffati e due occhioni blu che illuminano il mondo. È una forza della natura, sempre in movimento, sempre allegra: per questo la chiamano Wondy, da Wonder Woman. Alessandro è scherzoso e un po’ goffo, si lascia travolgere da Francesca e dall’amore che presto li lega. Con lei, giorno dopo giorno impara a vivere pienamente ogni emozione, a non arretrare di fronte alle difficoltà. E così, insieme, con una forza di volontà che somiglia a un superpotere, si troveranno a combattere la più terribile delle battaglie, quella che non si può vincere. Ma anche dopo la morte sono tante le cose che restano: due figli, un gatto, un bonsai, tanti amici e, soprattutto, una straordinaria capacità di assorbire gli urti senza rompersi mai. Anzi, guardando sempre avanti, col sorriso sulle labbra.
Non è una favola, quella di Alessandro e di Wondy. È però una storia piena di speranza, di amore, di attaccamento alla vita; un inno alla resilienza, quella da esercitare quotidianamente. Perché le storie più belle non hanno il lieto fine: semplicemente non finiscono.

Il secondo appuntamento sarà venerdì 19 ottobre alle ore 18.30 con Mike Maric, autore del libro “La scienza del respiro” edito da Vallardi e da Fondazione Umberto Veronesi.

Incontro con l’autore Tiraboschi

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita alla presentazione de “La bottega dello speziale, Venetia 118 d.C.” con l’autore Roberto Tiraboschi:

tiraboschi locandina

 

Consigliato: “Patria”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia:

Patria
di Fernando Aramburu
(Guanda)

patriaDue famiglie legate a doppio filo, quelle di Joxian e del Txato, cresciuti entrambi nello stesso paesino alle porte di San Sebastián, vicini di casa, inseparabili nelle serate all’osteria e nelle domeniche in bicicletta. E anche le loro mogli, Miren e Bittori, erano legate da una solida amicizia, così come i loro figli, compagni di giochi e di studi tra gli anni Settanta e Ottanta. Ma poi un evento tragico ha scavato un cratere nelle loro vite, spezzate per sempre in un prima e un dopo: il Txato, con la sua impresa di trasporti, è stato preso di mira dall’ETA, e dopo una serie di messaggi intimidatori a cui ha testardamente rifiutato di piegarsi, è caduto vittima di un attentato… Bittori se n’è andata, non riuscendo più a vivere nel posto in cui le hanno ammazzato il marito, il posto in cui la sua presenza non è più gradita, perché le vittime danno fastidio. Anche a quelli che un tempo si proclamavano amici. Anche a quei vicini di casa che sono forse i genitori, il fratello, la sorella di un assassino. Passano gli anni, ma Bittori non rinuncia a pretendere la verità e a farsi chiedere perdono, a cercare la via verso una riconciliazione necessaria non solo per lei, ma per tutte le persone coinvolte.

Con la forza della letteratura, Fernando Aramburu ha saputo raccontare una comunità lacerata dal fanatismo, e allo stesso tempo scrivere una storia di gente comune, di affetti, di amicizie, di sentimenti feriti: un romanzo da accostare ai grandi modelli narrativi che hanno fatto dell’universo famiglia il fulcro morale, il centro vitale della loro trama.

Fahr&club: “L’affare Mayerling”

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita al prossimo incontro con il gruppo di lettura Fahr&club:

fahr&amp;club(3)

Consigliato: “La fine di Wettermark”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia

La fine di Wettermark
di Elliott Chaze
(ed. Mattioli 1885)

chazeCliff Wettermark è un uomo finito. Rotti i ponti con l’Associated Press e il Times-Picayune è ora bloccato in un lavoro senza sbocchi per un piccolo giornale di provincia. Deve alla banca 600 dollari. Sua moglie ha bisogno di un dentista e lui non è per niente in forma. Persa ogni speranza di diventare un romanziere, mentre segue un caso di rapina in una banca locale, Wettermark decide di passare la linea di confine fra la cronaca nera e il crimine, rapinando da solo una banca.

Intriso di profondo scetticismo e percorso da una vena di romantica disillusione, questo è un noir letterario, cupo, ironico e incalzante al tempo stesso, che supera ogni distinzione di genere.

Dopo Il mio angelo ha le ali nere ecco un altro gioiello noir di Elliott Chaze, autore di culto finalmente riscoperto.