Consigliato: “La casa sull’argine”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: LA CASA SULL'ARGINE. La saga della famiglia Casadio di Daniela Raimondi (ed. Nord) DA 5 SETTIMANE IN TOP TEN, 5 EDIZIONI IN UN MESE IN CORSO DI TRADUZIONE IN 8 PAESI I DIRITTI CINEMATOGRAFICI SONO STATI ACQUISITI DA INDIGO FILM, CASA DI PRODUZIONE DI LA GRANDE BELLEZZA DI PAOLO... Continue Reading →

Consigliato: “L’estate dei fantasmi”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "L’estate dei fantasmi" di Lawrence Osborne (Adelphi) Durante un’estate infuocata, mentre nel Mediterraneo infuria la crisi dei rifugiati, sull’isola di Idra sbarca il consueto, sofisticato stuolo di intellettuali, artisti, vacanzieri. È «la stagione dell’ozio»: aperitivi in terrazza, party alcolici, escursioni a bordo degli yacht. Per le ventenni Naomi e... Continue Reading →

Consigliato: “Rumpole per la difesa”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Rumpole per la difesa" di John Mortimer (Sellerio) Sette racconti con protagonista Horace Rumpole, avvocato all’Old Bailey, il tribunale dell’alta corte londinese, che risolve con sagacia e ironia i casi più intricati. L’arruffato Horace Rumpole, anziano barrister dell’Old Bailey, cioè avvocato alla sbarra dell’alta corte criminale di Londra, nutre... Continue Reading →

Consigliato: “Una persona sensibile”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Una persona sensibile" di Jáchym Topol (Keller Editore) Una famiglia di artisti della Repubblica Ceca viaggia per l’Europa esibendosi in festival teatrali. Di fronte al crescente risentimento verso gli stranieri, il padre, la madre e i due figli decidono di ritornare in patria e stabilirvisi. Ma il viaggio si... Continue Reading →

Consigliato: “Fiore di roccia”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Fiore di roccia" di Ilaria Tuti (Longanesi) Dalla voce potente della creatrice di Teresa Battaglia, un'indimenticabile storia di coraggio, generosità e resilienza femminile. «Quelli che riecheggiano lassù, fra le cime, non sono tuoni. Il fragore delle bombe austriache scuote anche i villaggi, mille metri più giù. Restiamo soltanto noi... Continue Reading →

Consigliato: “Il weekend”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Il weekend" di Charlotte Wood (NN Editore) Jude, Wendy e Adele, tre donne set­tantenni, hanno un triste compito: svuotare la casa delle vacanze di Sylvie, che è morta di recente. Sono amiche da sempre, eppure adesso sembrano non ricordare il perché: era Sylvie a tenerle unite e in equilibrio... Continue Reading →

Consigliato: “La seconda vita di Missy Carmichael”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "La seconda vita di Missy Carmichael" di Beth Morrey (Garzanti) La mia casa è grande. Troppo grande. Ma io non sento la solitudine. La mia vita mi piace così. Uguale, giorno dopo giorno. Non ho bisogno degli altri. La maggior parte di loro, comunque, non si accorge di me.... Continue Reading →

Consigliato: “Non stiamo tutti al mondo nello stesso modo”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Non stiamo tutti al mondo nello stesso modo" di Jean-Paul Dubois (Ponte alle Grazie) Da quasi due anni Paul Hansen sta scontando la sua pena nella prigione di Montréal, dove condivide la cella con il membro di una banda di motociclisti accusato di omicidio. Cos’ha fatto Hansen, cittadino irreprensibile,... Continue Reading →

Consigliato: “Il dottor Semmelweis”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: Il dottor Semmelweis di Louis-Ferdinand Céline (Adelphi) Traduzione di Ottavio Fatica, Eva Czerkl. Prima di diventare Céline, cioè uno degli scrittori grandissimi del nostro secolo, Céline fu lo studente di medicina Louis-Ferdinand Destouches. Come tale dedicò la sua tesi, nel 1924, alla vita di uno degli eroi scientifici dell’Ottocento:... Continue Reading →

Novità: “Il criminale pallido”

Finalmente il secondo volume della Trilogia berlinese di Philip Kerr! Dopo Violette di marzo, il secondo capitolo della trilogia berlinese di Bernie Gunther: un grande classico del poliziesco. Durante la torrida ondata di caldo estivo che affligge Berlino nel 1938, il popolo tedesco attende con ansia l’esito della conferenza di Monaco domandandosi se Hitler trascinerà... Continue Reading →

Consigliato: “Questa tempesta”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Questa tempesta" di James Ellroy (Einaudi Stile Libero). In una città flagellata da piogge torrenziali, un corpo viene ritrovato in un parco. Per la polizia è un caso come tanti. Ma sbagliano. È l'inizio del caos. Selvaggio, tenero, elegiaco, il nuovo attesissimo romanzo di James Ellroy. Gennaio 1942, gli... Continue Reading →

Consigliato: “Lo specchio delle nostre miserie”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Lo specchio delle nostre miserie" di Pierre Lemaitre (Mondadori). Aprile 1940. Louise ha trent’anni. Fa l’insegnante di scuola elementare a Parigi e il sabato dà una mano come cameriera al ristorante del signor Jules a Montmartre, dove non si parla d’altro che di quella “drôle de guerre“, quella “strana... Continue Reading →

Consigliati: Iperborea

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia due titoli di Iperborea: "Doppio vetro" di Halldòra Thoroddsen Vincitore del Premio della Letteratura Europea 2017, Doppio vetro è un romanzo sorprendente, una storia d'amore e rimpianto tra il fuoco e i ghiacci d'Islanda, un inno struggente alla vita. Dal doppio vetro delle sue finestre in un piccolo appartamento... Continue Reading →

Consigliato: “Gli anni invisibili”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Gli anni invisibili" di Rodrigo Hasbún (SUR). Dopo anni trascorsi senza vedersi né sentirsi, due vecchi amici si ritrovano decisi ad aprire il vaso di Pandora del loro passato in comune. Così, mentre in un bar di Houston bevono un bicchiere dopo l’altro, la mente torna in Bolivia, alla... Continue Reading →

Consigliato: “Terra di nessuno”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Terra di nessuno" di Philip Dröge (Keller editore). L’incredibile storia di Moresnet, un luogo che non sarebbe dovuto esistere TERRA DI NESSUNO È UN LIBRO SORPRENDENTE E DIVERTENTE SU COME SI POSSA RACCONTARE LA STORIA DI UN CONTINENTE INTERO PARTENDO DA UN PICCOLISSIMO LEMBO DI TERRA LETTERALMENTE “DIMENTICATO” DURANTE... Continue Reading →

Consigliato: “Paesaggio dopo la battaglia”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Paesaggio dopo la battaglia" di Tadeusz Borowski (Lindau). In questi racconti sulla guerra e il campo di concentramento, lo sguardo di Borowski si fissa sui sofferenti, sui vinti, e con oggettiva spietatezza mette a nudo la crudeltà e il cinico egoismo che prevalgono nell’animo dell’uomo in lotta per la... Continue Reading →

Consigliati: edizioni Abbot

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia i due titoli della casa editrice Abbot: "Il mondo è una prigione" di Guglielmo Petroni. Scritto nel 1945, a guerra non ancora finita, il libro di Guglielmo Petroni racconta i trentatré giorni di prigionia trascorsi dall’autore nelle mani degli aguzzini nazifascisti tra il 3 maggio e il 4 giugno... Continue Reading →

Consigliati: NN Editore

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia due titoli di NN Editore: "La linea del sangue" di Jesmyn Ward. Joshua e Christophe sono gemelli e vivono a Bois Sauvage, Mississippi, insieme alla dolce Ma-mee, la nonna cieca che si è sempre presa cura di loro. La madre, Cille, si è trasferita ad Atlanta per cercare fortuna,... Continue Reading →

Consigliato: “Il muro”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Il muro" di John Lanchester (Sellerio). Nella Gran Bretagna del prossimo futuro non ci sono più spiagge. Al loro posto c’è il Muro, e i Difensori che scrutano il mare. Perché gli Altri stanno arrivando. «Un 1984 dei nostri tempi» (DAILY EXPRESS). Un muro lungo centinaia di chilometri è... Continue Reading →

Consigliato: “Peredonov, il demone meschino”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Peredonov, il demone meschino" di Fedor Sologub (Fazi editore). Ottuso, volgare e superstizioso, Peredonov è un insegnante di provincia reazionario della Russia zarista, che disprezza i ginnasiali diligenti e puliti, che ama provocare con discorsi sconvenienti, diffida degli amici, teme l’autorità e si dimostra fermo sostenitore delle punizioni corporali... Continue Reading →

Consigliato: “Il mago di Lublino”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Il mago di Lublino" di Isaac Bashevis Singer (Adelphi). Formidabile personaggio Yasha Mazur, so­prannominato il Mago di Lublino: illusionista, saltimbanco, ipnotizzatore, capace di liberarsi da qualunque corda e di aprire qualunque serratura – ma anche minaccia­to dalla noia, malato di irrequietezza, sem­pre affamato di «nuovi trucchi e nuovi a­mori».... Continue Reading →

Consigliato: “E dal cielo caddero tre mele”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "E dal cielo caddero tre mele" di Narine Abgarjan (Francesco Brioschi ed.) A Maran la vita è sospesa tra realtà e fiaba, in un tempo che dalla Storia prende forma, per poi trasfigurare, evaporare. Qui, in questo paesino di pietra e antiche credenze sul cucuzzolo di una montagna armena,... Continue Reading →

Consigliato: “Le signore in nero”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Le signore in nero" di Madeleine St. John (Garzanti) Sydney 1950. Sui manichini spiccano le gonne a balze e i corpetti arricchiti degli accessori più preziosi. Ma Goode’s non sono solo i più grandi magazzini della città, dove trovare l’abito all’ultima moda. Per quattro donne che lavorano sono anche... Continue Reading →

Consigliato: “La figlia ideale”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "La figlia ideale" di Almudena Grandes (Guanda ed.) Una storia d’amore nella grigia, sottomessa Spagna del dopoguerra. Nel 1954 Germán Velazquez Martín decide di tornare a casa. Aveva lasciato la ­Spagna un attimo prima della caduta della Repubblica grazie all’aiuto del padre, illustre psichiatra perseguitato dai franchisti. Negli anni... Continue Reading →

Consigliato: “L’inverno più nero”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "L'inverno più nero"di Carlo Lucarelli(Einaudi Stile Libero) Per risolvere un caso De Luca è disposto a tutto, perfino a vendere l'anima al diavolo. Questa volta, però, ha l'occasione di fare la cosa giusta nel modo giusto... 1944, Bologna sta vivendo il suo «inverno piú nero». La città è occupata,... Continue Reading →

Consigliato: “E Marx tacque nel giardino di Darwin”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "E Marx tacque nel giardino di Darwin" di Ilona Jerger (Neri Pozza). Mescolando finzione letteraria e verità storica, Ilona Jerger immagina l’incontro tra i due illustri pensatori del XIX secolo, dando vita a un romanzo brillante e pieno di humour, capace di trattare i grandi temi filosofici in maniera... Continue Reading →

Consigliato: “Il miscredente e il professore”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Il miscredente e il professore. David Hume e Adam Smith: storia di un'amicizia" di Dennis C. Rasmussen (Einaudi). Oggi David Hume è considerato il maggior filosofo di lingua inglese, ma durante la sua vita fu attaccato perché ritenuto «il grande miscredente» a causa delle sue scandalose idee sulla religione.... Continue Reading →

Consigliato: “La polvere del mondo”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "La polvere del mondo" di Nicolas Bouvier (Feltrinelli). Sei mesi di viaggio dell’allora ventiquattrenne Nicolas Bouvier attraverso i Balcani, l’Anatolia, la Persia e l’Afghanistan, a bordo di una Fiat Topolino, in compagnia dell’amico artista Thierry Vernet. Pieno di avventure, meraviglie e rivelazioni, La polvere del mondo è anche e... Continue Reading →

Consigliato: “La mezzaluna di sabbia”

La Libreria Fahrenheit 451 di Piacenza vi consiglia: "La mezzaluna di sabbia: Le ultime indagini di Gori Misticò" di Fausto Vitaliano (Bompiani). Con una lingua ricca di sfumature, sullo sfondo di una Calabria divisa tra degrado e splendore, Fausto Vitaliano dà vita a un noir pieno di umanità e a un personaggio che, guardando la... Continue Reading →

Consigliato: “Tre piani”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia: "Tre piani" di Eshkol Nevo (Neri Pozza). In Israele, nei pressi di Tel Aviv, si erge una tranquilla palazzina borghese di tre piani. Il parcheggio è ordinatissimo, le piante perfettamente potate all’ingresso e il citofono appena rinnovato. Dagli appartamenti non provengono musiche ad alto volume, né voci di alterchi.... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑