Consigliato: “Deep river”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Deep river" di Karl Marlantes (Solferino) La Finlandia, agli inizi del Novecento, è ancora sotto il giogo dell’Impero russo. Nelle campagne regnano fame e miseria. In fuga dalla povertà e dalle persecuzioni della polizia zarista, i tre fratelli Koski abbandonano la nativa Suomi per approdare negli Stati Uniti. Li accolgono... Continue Reading →

Consigliato: “L’albero della nostra vita”

"L'albero della nostra vita" di Joyce Maynard (NNE) Eleanor è una donna giovane e indipendente, fa l’illustratrice di libri per bambini e vive da sola in una bellissima casa di campagna nel New Hampshire. Quando conosce Cam, a fine anni Settanta, è subito amore e sesso e famiglia, e in poco tempo nascono Alison, Ursula... Continue Reading →

Consigliato: “Pandora”

"Pandora" di Susan Stokes-Chapman (Neri Pozza) Vi è sempre una ragione per cui una porta è chiusa. Londra, 1799. Un tempo rinomato, l’Emporio di Antichità Esotiche dei Blake, racchiuso fra un caffè e la bottega di un merciaio, ha da offrire soltanto opere contraffatte, armature scalcagnate e ninnoli privi di valore da quando è finito... Continue Reading →

Consigliato: “La stazione”

"La stazione" di Jacopo De Michelis (Giunti) Milano, aprile 2003. Riccardo Mezzanotte, un giovane ispettore dal passato burrascoso, ha appena preso servizio nella Sezione di Polizia ferroviaria della Stazione Centrale. Insofferente a gerarchie e regolamenti e con un’innata propensione a ficcarsi nei guai, comincia a indagare su un caso che non sembra interessare a nessun... Continue Reading →

Consigliato: “Orsi danzanti”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Orsi danzanti" di Witold Szabłowski (Keller) Per secoli le popolazioni rom della Bulgaria hanno addestrato gli orsi a ballare, allevandoli in famiglia e portandoli a esibirsi in strada. Dopo la caduta del Comunismo anche per i proprietari di orsi finisce un’èra: sono costretti a liberare i propri animali che trovano... Continue Reading →

Consigliato: “La ragazza del Kyūshū”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "La ragazza del Kyūshū" di Matsumoto Seichō (Adelphi) In un mattino di primavera una giovane donna entra nello studio di un illustre penalista di Tokyo. È Kiriko. Ha appena vent’anni, il volto pallido dai tratti ancora infantili, ma qualcosa di inflessibile nello sguardo, «come fosse stata forgiata nell’acciaio». Non ha... Continue Reading →

Consigliato: “I fratelli Ashkenazi”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "I fratelli Ashkenazi" di Israel J. Singer (Bollati Boringhieri) Ogni giorno che il Signore regala al creato, Reb Abraham Hirsh Ashkenazi, commerciante di stoffe e capo della comunità ebraica di Lodz, lo zucchetto in testa e una barba lunga quanto l’esilio, siede alla scrivania del suo piccolo ufficio scuro e... Continue Reading →

Consigliato: “Un’eredità di avorio e ambra”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Un'eredità di avorio e ambra" di Edmund de Waal (Bollati Boringhieri) Un’elegante vetrina nella casa londinese di Edmund de Waal contiene 264 sculture giapponesi di avorio, o legno, non più grandi di una scatola di fiammiferi, raffiguranti divinità, personaggi, animali, piante. Come questi preziosissimi, minuscoli netsuke siano sopravvissuti sfuggendo all’attenzione... Continue Reading →

Consigliato: “La salita dei giganti”

"La salita dei giganti. La saga dei Menabrea" di Francesco Casolo (Feltrinelli) Sull'onda del successo editoriale dei romanzi di Stefania Auci sulla famiglia Florio, il genere "saga familiare" si arricchisce con questo bel romanzo sui Menabrea - tra i primi produttori italiani di birra - che inizia da Giuseppe, fondatore dello storico marchio, per proseguire... Continue Reading →

Consigliato: “Tomás Nevinson”

"Tomás Nevinson" di Javier Marías (Einaudi) Romanzo «ironico, comico, severo, romantico» («Babelia»), Tomás Nevinson è una profonda riflessione sui limiti di ciò che è lecito fare, sulla macchia che quasi sempre accompagna la volontà di evitare il male peggiore, e soprattutto sulla difficoltà di determinare quale sarà quel male. «Tomás Nevinson è il miglior romanzo... Continue Reading →

Consigliato: “L’eredità dei padri”

"L'eredità dei padri" di Rebecca Wait (Edizioni Eo) Un’atmosfera inquieta, spesso burrascosa e con rari sprazzi di serenità come la natura selvaggia e il tempo indomito (descritti entrambi con molta efficacia) che imperversano a Litta, un’isoletta delle Ebridi. Litta è un’isoletta delle Ebridi con più pecore che abitanti, un’unica scuola, un’unica strada principale che la... Continue Reading →

Consigliato: “Belle Greene”

"Belle Greene" di Alexandra Lapierre (edizioni E/O) «Erudita, pungente, mondana, nascondeva un incredibile segreto…. Raccontata a ritmo travolgente da Alexandra Lapierre, la vita di una delle prime donne del Novecento ad aver avuto la follia, e soprattutto il coraggio, di scegliere il proprio destino». (Alix Girod de l’Ain, ELLE) New York, primi anni del Novecento.... Continue Reading →

Consigliato: “Corpi celesti”

"Corpi celesti" di Jokha Alharthi (Bompiani) Nel piccolo paese di ‘Awafi, in Oman, vivono tre sorelle. Mayya, la maggiore, sposa ‘Abdallah, figlio di un ricco mercante di schiavi, dopo aver sofferto patimenti d’amore. Insieme saranno felici, e la loro unica figlia femmina, London, diventerà medico e sarà una donna forte ed emancipata. Asma’, appassionata di... Continue Reading →

Consigliato: “L’educazione sentimentale di Eugenio Licitra”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "L’educazione sentimentale di Eugenio Licitra" di Francesco Recami (Sellerio) Firenze negli anni Settanta, studenti in lotta e in amore, gioia e rivoluzione, fame e passione. Nelle mani di Francesco Recami, maestro di inesorabile umorismo. C’è stato un furto a Firenze, in via IX Febbraio. Refurtiva: mezza salsiccia arrotolata e un... Continue Reading →

Consigliato: “Una partita a scacchi”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Una partita a scacchi. Zugzwang. Mossa obbligata" di Ronan Bennett (Ponte alle Grazie) La Rivoluzione è alle porte: San Pietroburgo è una città vitale e travolgente, centro nevralgico di una nazione sull’orlo di un cambiamento epocale. In questo clima, Gul’ko — rispettabile direttore di un giornale — viene assassinato. Cinque... Continue Reading →

Consigliato: “Un nodo alla gola”

"Un nodo alla gola" di Robin Robertson (Guanda) Walker è un veterano canadese della Seconda guerra mondiale, con un disturbo post traumatico da stress. Non riuscendo a tornare a casa, nella rurale Nuova Scozia, decide di rifarsi una vita in città, alla ricerca dell’anonimato e della libertà che solo una grande metropoli può dare. Lo... Continue Reading →

Consigliato: “Il grande errore”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Il grande errore" di Jonathan Lee (SUR) Venerdì 13 novembre 1903, davanti a un palazzo di Park Avenue, un uomo in bombetta spara a un vecchio signore che sta rientrando in casa, uccidendolo sul colpo. La vittima è Andrew Haswell Green, l’urbanista che nella seconda metà dell’Ottocento ha cambiato il... Continue Reading →

Consigliato: “L’amore è una repubblica”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "L’amore è una repubblica" di Carol Shields (Voland) Una vera storia d’amore sullo sfondo della città canadese di Winnipeg. Due protagonisti insoliti e complessi come ciascuno di noi: Fay, trentacinquenne studiosa di tradizioni popolari con la passione per le sirene, all’apparenza incapace di avere una relazione stabile; Tom, famoso conduttore... Continue Reading →

Consigliato: “Verso il paradiso”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Verso il paradiso" di Hanya Yanagihara (Feltrinelli) In una versione alternativa dell’America del 1893, New York fa parte degli Stati Liberi, dove le persone possono vivere e amare chi vogliono (o almeno così sembra). Il fragile e giovane rampollo di una famiglia illustre rifiuta il fidanzamento con un degno corteggiatore,... Continue Reading →

Consigliato: “La casa vicino alle nuvole”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "La casa vicino alle nuvole" di Nickolas Butler (Marsilio) Gretchen Connors sembra avere tutto: il fascino, un impiego prestigioso, un ricchissimo conto in banca e diverse proprietà tra una costa e l’altra degli Stati Uniti. Ma allora perché si è messa in testa di far costruire una lussuosa dimora tra... Continue Reading →

Consigliato: “Il gioco della distruzione”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Il gioco della distruzione" di Cristopher Bollen (Bollati Boringhieri) Al suo arrivo nella bellissima isola greca di Patmos, Ian Bledsoe è al verde, in fuga, e umiliato dalle conseguenze della morte del padre. Il suo amico d’infanzia Charlie – ricco, esuberante, gratificato dal successo della sua nuova impresa avviata sull’isola... Continue Reading →

Consigliato: “Mia madre è un fiume”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Mia madre è un fiume" di Donatella Di Pietrantonio (Einaudi) Il sorprendente esordio di Donatella Di Pietrantonio: un romanzo che ha il potere e la magia di un incantesimo. Una donna, ormai anziana, mostra i primi segni di una malattia che le porta via la memoria e addirittura se stessa.... Continue Reading →

Consigliato: “Come in cielo, così in mare”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Come in cielo, così in mare" di Giovanni Gusai (SEM) Antine è un ragazzo come tanti, ha ventotto anni e vive a Milano, dove ha studiato architettura. Quando finalmente si laurea, dopo una notte di festeggiamenti sfrenati, rientra a casa all’alba. Ad accoglierlo ci sono i suoi genitori, che gli... Continue Reading →

Consigliato: “Strade blu”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Strade blu" di William Least Heat Moon (Einaudi) «Un tempo, sulle vecchie cartine d'America, le strade principali erano segnate in rosso e quelle secondarie segnate in blu. Adesso i colori sono cambiati. Ma subito prima dell'alba e subito dopo il tramonto - brevi istanti né giorno né notte - le... Continue Reading →

Consigliato: “Panico”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Panico" di James Ellroy (Einaudi - Stile Libero Big) Los Angeles è satura di paranoia. L'America è preda della paura. Siamo negli anni Cinquanta, e il popolo americano è avido di notizie, di gossip, di scheletri negli armadi. Quanto più ama qualcuno, tanto più vuole conoscerne i vizi. E Freddy... Continue Reading →

Consigliato: “Figlie della notte”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Figlie della notte" di Laura Shepherd-Robinson (Neri Pozza) Il miglior romanzo storico poliziesco di quest'anno. (The Times) Londra, 1782. È una tiepida sera d’agosto e i vialetti lastricati dei Vauxhall Pleasure Gardens sono gremiti di londinesi che passeggiano allegramente sotto le stelle. L’animo gravato da un doloroso segreto, il cappuccio... Continue Reading →

Consigliato: “Il guardiano notturno”

La Libreria FAhrenheit 451 consiglia: "Il guardiano notturno" di Louise Erdrich (Feltrinelli) La vita, la fiera identità culturale, gli amori e le lotte sociali di una piccola comunità di indiani nella riserva della Turtle Mountain, Nord Dakota, a metà degli anni cinquanta, minacciata da un disegno di legge che vorrebbe smantellare le riserve, in quello... Continue Reading →

Consigliato: “Oliva Denaro”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Oliva Denaro" di Viola Ardone (Einaudi) «Io non lo so se sono favorevole al matrimonio. Per questo in strada vado sempre di corsa: il respiro dei maschi è come il soffio di un mantice che ha mani e può arrivare a toccare le carni». Dopo lo straordinario successo de Il... Continue Reading →

Consigliato: “I baci”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "I baci" di Manuel Vilas (Guanda) Una storia d’amore intensa, improvvisa e travolgente è quella che esplode tra Salvador e Montserrat. Lui è un professore cinquantottenne che ha ottenuto il pensionamento anticipato perché in classe era assalito da inspiegabili attacchi di mutismo, lei la ­seducente quarantacinquenne che gestisce l’unico spaccio... Continue Reading →

Consigliato: “Mastro Geppetto”

La Libreria Fahrenheit 451 consiglia: "Mastro Geppetto" di Fabio Stassi (Sellerio) Un padre alla ricerca del figlio. Un falegname e il suo burattino. Un piccolo gioiello di creatività e ispirazione letteraria. Se le avventure di Geppetto, il creatore di Pinocchio, fossero del tutto diverse da come le conosciamo? Se accanto alle peripezie del burattino che... Continue Reading →

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑