"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Articoli con tag “Stoner

I consigli degli amici: “Stoner”

Consiglia anche tu un libro compilando questi semplici punti:
Chi-Cosa-Come-Dove-Quando-Perché
e manda il tuo consiglio a fahrenheit.451@libero.it
Noi lo pubblicheremo al più presto su questo sito!

Oggi un consiglio di Laura:

John Edward Williams - Stoner - FaziCHI:  Laura

COSA:  “Stoner” di John E. Williams, ed.Fazi

DOVE:  In Toscana.

QUANDO:  Estate.

PERCHE’:  I libri sono indispensabili…
Stoner è un uomo qualunque. Nasce da una famiglia rurale, si innamora e vive la vita senza nessuna scossa. So che detta così, nessuno comprerebbe questo libro ma, invece, Williams ha trovato il perfetto equilibrio tra “storia di ognuno di noi” e “passione con cui la si racconta”, creando un capolavoro letterario. Mi spiego, scrivere un romanzo su una vita così banale, monotona, nella quale nulla accade e nulla sembra possa accadere è molto difficile. Ma egli adotta la tecnica dello scrivere con passione, affetto, amore. Stoner, per il lettore, non è più un protagonista, si trasforma nel lettore stesso. Infatti ognuno si può ritrovare in una vita come questa passata a rincorrere la felicità, attraverso il matrimonio, attraverso la nascita di un figlio, attraverso la carriera… per scoprire poi che la felicità non è nient’altro che una risata, un bel paesaggio, un giardino verde e all’epilogo, essere se stessi.
Consiglio, poi, la rilettura, in quanto la prima volta ovviamente si capirà l’ambientazione e ci si potrà fare una prima idea del protagonista, ma è solo la seconda volta in cui ci si riuscirà ad immedesimare in lui e capire il vero messaggio che l’autore vuole trasmetterci.

Annunci

John Edward Williams “Butcher’s Crossing”

Un libro STRACONSIGLIATO dalla Libreria Fahrenheit 451:

John Edward Williams “Butcher’s Crossing” – Fazi editore

Dopo la grande risonanza di critica e pubblico di Stoner, definito “il romanzo perfetto” dal New York Times (e confermato dalla libreria Fahrenheit 451 di Piacenza), John Williams ci regala un’ulteriore prova di forza narrativa. Butcher’s Crossing, pubblicato nel 1960, è la storia di formazione di una vita ai margini, calata in una natura selvaggia e ancestrale.

john williamsPubblicato nel 1960, Butcher’s Crossing è considerato tra i romanzi cardine sul far west, una storia che abbatte il sogno della frontiera americana e che si pone prima di Cormac McCarthy, indicando la strada a quest’ultimo grande maestro.

Trama: nel 1873 il ventitreenne William Andrews, dopo due anni ad Harvard, abbandona la natia Boston e l’agiatezza della casa paterna per inseguire nel West una forma più autentica di se stesso; la sua strada lo porta nel minuscolo abitato di Butcher’s Crossing, dove rifiuta un lavoro impiegatizio alle dipendenze di un commerciante di pelli per unirsi a una battuta di caccia al bisonte. Una caccia che diventerà un’avventura nella natura selvaggia, un viaggio tanto duro da assumere la forma del sogno, in cui la mente del protagonista, fiaccata dalla fatica, si perde nella contemplazione del paesaggio. Andrews si troverà nella valle dei bisonti, un luogo dalla bellezza quasi mistica, dove regna un silenzio che solo i posti sconosciuti all’essere umano possiedono. Scheda libro

Uno scrittore che sa raccontarti i suoi personaggi come se il protagonista ti fosse di fronte, mentre leggevo i suoi libri sono sicura di aver dato la mano sia a Stoner che a William (Sonia, Libreria Fahrenheit 451)


Nuovi libri consigliati: J.E.Williams e S.Joinson

John Edward Williams – Stoner – Fazi ed.

Stoner è stato pubblicato per la prima volta nel 1965 ed è stato ripescato dall’oblio nel 2006 dalle edizioni della New York Review of Books. Ora in Italia ci pensa Fazi a proporcelo nella traduzione di Stefano Tummolini.

Recensione diIrene Bignardi:
Stoner è protagonista di un singolare romanzo che racconta una vita fallita. Perché racconta una storia che non si muove dal suo baricentro. Perché registra una vicenda umana così simile a tante da non essere, all’apparenza, interessante. E da esserlo proprio perché nella gentilezza e nella non reattività del protagonista riconosciamo le mille vite non avventurose, modeste, sbagliate, moderatamente infelici, ma senza lasciare traccia, che abbiamo incrociato.

La scheda del libro dell’editore italiano:
Stoner è il racconto della vita di un uomo tra gli anni Dieci e gli anni Cinquanta del Novecento: William Stoner, figlio di contadini, che si affranca quasi suo malgrado dal destino di massacrante lavoro nei campi che lo attende, coltiva la passione per gli studi letterari e diventa docente universitario. Si sposa, ha una figlia, affronta varie vicissitudini professionali e sentimentali, si ammala, muore. E’ un eroe della normalità che negli ingranaggi di una vita minima riesce ad attingere il senso del lavoro, dell’amore, della passione che dà forma a un’esistenza.

Scheda completa

– – –

Suzanne Joinson – Guida per signore in bicicletta sulla via della Seta – Elliot ed.
Traduzione Veronica La Peccerella

«Una storia incantevole, originale e scritta meravigliosamente» Paul Torday

Londra, 1923. Le sorelle Evangeline e Lizzie English iniziano il loro viaggio sulla via della Seta verso l’antica città cinese di Kashgar, dove è in progetto l’apertura di una nuova missione. Lizzie, in preda a un sacro fuoco religioso e alla passione per la fotografia, è completamente succube della carismatica e volitiva missionaria Millicent. Eva, invece, ha intrapreso questa avventura per sfuggire alla vita borghese e, sulla sua gloriosa bicicletta, conta di scrivere la Guida per signore in bicicletta a Kashgar commissionatale da un editore poco prima della partenza. Londra, oggi. La giovane Frieda torna a casa da uno dei suoi lunghi viaggi all’estero e trova un uomo addormentato davanti alla sua porta. Impietosita, lascia accanto all’uomo un cuscino e una coperta. Il mattino seguente trova la biancheria ben ripiegata e il magnifico disegno di un uccello accompagnato da alcuni segni arabi sul muro del pianerottolo. A poco a poco l’uomo, Tayeb, uno yemenita che si è messo nei guai con la polizia, diventa amico di Frieda e, quando la ragazza riceve in eredità il contenuto di un appartamento di proprietà di una donna di cui non ha mai sentito parlare, decide di accompagnarla per scoprire di cosa si tratta. Tra i due si instaurerà un rapporto delicato e sentimentale che sarà di grande aiuto alla ragazza nel momento in cui scoprirà i molti segreti nascosti nel passato della sua famiglia. Scritto con grande eleganza di stile e popolato da personaggi indimenticabili, il romanzo incrocia abilmente le vite di Frieda ed Eva, rivelando gradualmente i legami che le uniscono e narrando come, ciascuna a modo suo, siano riuscite a sfidare le restrizioni della società e della morale del loro tempo.

Scheda completa