"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Uno scrittore in vetrina: Pietro Gandolfi

Alla Libreria Fahrenheit 451 torna uno scrittore in vetrina!
non il suo libro ma proprio lui.

sabato 31 maggio dalle ore 16 alle 19
Pietro Gandolfi
farà parte componente di uno scenario horror in cui sarete i benvenuti
per conoscerlo e per assaggiare lo speciale cocktail “sangue di d.j”
sarà l’occasione per presentarvi il nuovo libro “William Killed The Radio Star”
vi aspettiamo…

gandolfi

Un horror thriller Intriso di suspense e scene inquietanti e terrificanti, il libro di Pietro Gandolfi saprà come togliervi il sonno e trascinarvi in un incubo nebbioso insieme a Jazz, il protagonista della storia.

Descrizione:
Little Wood è un piccolo angolo di paradiso immerso nelle foreste del nord, un posto dove chiunque può trovare pace e serenità. Ma non Jazz. Per lui, DJ di colore trapiantato dalla Lousiana, una normale notte di diretta si trasformerà in un incubo. Perché qualcuno lo odia nel profondo, perché qualcuno deciderà di chiudere i conti in sospeso con lui.
Trovandosi di fronte a una minaccia che non dovrebbe esistere, Jazz sarà costretto a combattere per sé e per le persone che ama, pronto a sacrificare tutto, persino la vita.
Ma chi è la presenza che si aggira nella stazione radio come uno spirito inquieto? E perché il nome di William Heart, cantante e piccola leggenda locale, continua a tormentarlo come il ritornello di un’odiosa canzone?
Quando Jazz lo scoprirà si pentirà di aver abbandonato la sua casa per rifugiarsi nella fredda ostilità di Little Wood.

L’autore:
Pietro Gandolfi nasce e vive a Piacenza e fin da bambino nutre una grande passione per tutto ciò che è horror. Cresciuto coi fumetti, ro­manzi e film degli anni ’80 decide di tentare la sua strada nel mondo della letteratura: nel 2013 pubblica l’antologia personale Dead of Night e il primo romanzo La Ragazza di Greenville, comparendo nel frattempo anche su diverse antologie.
Per lui l’horror è crudele e senza compromessi, ma in fondo lo tro­va anche molto divertente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...