"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Consigliato da Fahrenheit 451: “Fischia il vento”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia il libro:

Fischia il vento
di Marco Sommariva
edito da Sicilia Punto L

Prefazione di don Andrea Gallo, non-prefazione di Gianfranco Manfredi.

sommarivaAll’inizio del ’45 sette uomini genovesi danno vita alla Brigata Walter. Dopo aver concluso con successo diverse operazioni, qualcosa va storto: durante l’assalto ad un convoglio militare, due di loro perdono la vita insieme a diverse camicie nere; tra queste un gerarca.
In conseguenza di questo omicidio, i fascisti mettono a ferro e fuoco la zona dove si presume siano nascosti i quattro, costringendoli così ad abbandonare il paese. Inizialmente i fuggitivi si allontanano dal nascondiglio tutti assieme; poi ciascuno prosegue per strade differenti, per aumentare le possibilità di salvezza. Il percorso di ognuno ci consentirà di arrivare fino al 25 aprile 1945, e di incontrare figure indimenticabili: Aurora, giovane violentata da un branco di fascisti che reagisce unendosi ai partigiani; Henry David, americano imprgionato e torturato perchè reo di aver letto libri proibiti dal regime; Eugenio, fascista suicida distrutto dai rimorsi di coscienza; Ignazio, padre di quattro figli, che cerca di sfamare con gli avanzi di chi comanda; Giada, giovane vedova incinta che sbarca il lunario lavando biancheria a dottori e bottegai; e tanti altri ancora. Il racconto si conclude al giorno d’oggi con un’amara riflessione sui nostri tempi da parte dell’unico partigiano ancora vivo che partecipò all’assalto del convoglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...