"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Spettacolo pro AISLA al Teatro Municipale

La Libreria Fahrenheit 451 segnala questo evento:

“Ercole e le stalle di Augia” di F. Durrenmatt
Spettacolo benefico pro AISLA – Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica
DOMENICA 18 NOVEMBRE – TEATRO MUNICIPALE di PIACENZA

L’ INTERO INCASSA SARA’ DEVOLUTO AI PAZIENTE E FAMILIARI MALATI DI SLA DI PIACENZA E PROVINCIA!
COSTO BIGLIETTO 10 EURO

Tra le mitiche dodici fatiche di Ercole ce n’è una, la sesta, in cui l’eroe in un solo giorno deve pulire le stalle del re Augia. Il re dell’Elide infatti, che non faceva mai manutenzione, aveva creato non pochi problemi alla popolazione: nugoli di insetti si alzavano sopra le montagne di sterco ad oscurare il cielo.

Durrenmatt, geniale drammaturgo svizzero, raccoglie questa storia e la trasforma in un testo divertentissimo e che fa pensare non poco, tanta è la sua attualità. 

L’eroe creato dalla penna del letterato elvetico non deve solo pulire le stalle, ma tutta la città dell’Elide invasa dal letame prodotto dagli Elei, che qualcuno già all’ epoca considerava alquanto barbari, e che Durenmatt immagina soprattutto dediti alla pastorizia e piuttosto rozzi, tanto da saper contare solo fino a tre, con il risultato di costringere i fidi contabili dell’eroe a compiere un’addizione alquanto complicata per contabilizzare la cifra che il loro Ercole e ripulitore potrà intascare dall’ operazione. Sì, intascare denaro, proprio così! Non è per nobile e leggendaria espiazione causa parricidio, (inteso come assassinio di tutta la famiglia) a convincere il forzuto figlio degli dei a compiere una così disdicevole e, diciamolo pure, poco gratificante missione. Egli oberato dai debiti, con cambiali in scadenza e la casa pignorata ha urgentemente bisogno di dracme!

Così Ercole decide a malincuore e convinto dall’ amata Dejanira e dal suo fido Polibio con segretaria al seguito, di partire per il Peloponneso, dove, accolto come un eroe, presto si accorgerà che la difficoltà non sta nello smuovere la marea nera puzzolente e fetida che invade le strade, ma una ben più sordida e strisciante cancrena che si frappone fra lo sterco e il suo spettacolare piano risanatore: la burocrazia!

“ E’ più facile abbattere un mammut o combattere l’Idra a nove teste*, che combattere le commissioni” dice ad un certo punto sconsolato il nostro eroe all’ amata. Infatti, fra la sua idraulica e grandiosa azione che consiste nel deviare i fiumi Alfeo e Peneo per ripulire la città, e lavare fanghiglia maleodorante, si frappongono commissioni, supercommissioni e commissioni supreme. E non ci sarà niente da fare! 

Augia, che nella storia di Durrenmatt non appare come uno sporcaccione agricoltore e poco rispettabile delle più elementari regole sanitarie, ma saggio re e padre, ha compreso dunque che, per risolvere i problemi, non servono mirabolanti azioni istantanee, tanto meno in politica, giacché i politici sono esseri umani e non super eroi. Per combattere il degrado, il primo cittadino di Elis infatti ci esorta a perseverare anche quando tutto sembra perduto e ogni cosa davanti a noi sembra un: “[…]deserto paese senza forma”. Egli ci incita ad operare una lenta trasformazione interiore, cosicché la “grazia” trovi in ognuno di noi*: “[…]uno specchio puro per la sua luce”, per trasformare sì con una vera “impresa eroica”, un maleodorante letame in “humus” fertile .

Dunque, meditate gente meditate, ma intanto ridete a crepapelle!

Francesco Paolo Summo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...