"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Articoli con tag “La pecora Nera

Crowdfunding per la “Pecora Nera”

Pubblichiamo questa lettera della storica Bottega del commercio equosolidale La Pecora Nera, chi potrà contribuire alla campagna di CROWDFUNDING può farlo online o passando in bottega direttamente.

Inoltre venerdì 28/7/17 ci sarà un “apericena” con contributo di € 12 presso la Coop Infrangibile in via Alessandria n. 16 Piacenza.

pecora

La Pecora Nera, “storica” bottega del commercio equo e solidale di Piacenza, dopo 30 anni di attività rischia – seriamente – di chiudere per sempre, causa una situazione finanziaria non più sostenibile. Si dirà che non è l’unica realtà commerciale che ha dovuto farlo e che non sarà la morte di nessuno, entrambe verità sacrosante.

Però la Pecora Nera non è solo un negozio di prodotti alimentari e di artigianato provenienti dal Sud del Mondo, ma un modo concreto per manifestare solidarietà con le cooperative di agricoltori e artigiani che, grazie al commercio equo, hanno potuto ottenere prezzi per i loro prodotti che hanno conferito un briciolo di ricchezza (e un po’ di dignità) ai soci lavoratori, ricchezza che è stata reinvestita per costruire scuole e laboratori nei quali formare culturalmente e professionalmente i propri giovani, per avere pozzi e ambulatori medici, per liberarsi dalle condizioni capestro dei committenti che obbligano a lavorare senza orario, senza diritti e senza tutele, in particolare per donne e minori. Ma è anche un modo per noi acquirenti per dire che le persone sono più importanti delle cose, e che i diritti e la dignità delle persone non sono negoziabili, tanto meno al ribasso.

Siamo ben consci che le difficoltà non mancano neppure qui da noi, e che i modi per sostenere quella larghissima fascia di popolazione in difficoltà sono tanti, tutti lodevoli e meritevoli di attenzione. Ma la solidarietà, si sa, è inclusiva e poi non possiamo, non vogliamo credere che la crisi economica e l’inerzia naturale delle cose abbia avuto il sopravvento sugli ideali. È vero che da quando la notizia della possibile chiusura è trapelata qualcosa si è mosso, ma molto rimane da fare.

Ci rivolgiamo dunque a tutti coloro che vogliono rifiutarsi di credere che nella nostra città il puntino del commercio equo e solidale venga cancellato, a tutti quelli – e sono tanti – che in questi 30 anni hanno acquistato un pacchetto di caffè o una tavoletta di cioccolato, una saponetta o una bomboniera, ma anche a quelli che fino ad oggi non lo hanno fatto perché pensavano che non fosse così necessario, chiedendogli di fare uno sforzo, di tipo morale, impegnandosi a diventare nostro cliente abituale.

Intanto abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding alla quale si può partecipare
andando alla pagina web https://www.produzionidalbasso.com/, progetto “La Pecora Nera e il commercio equo e solidale a Piacenza” (solo per utenti PayPal), ma si può sostenere l’iniziativa anche recandosi di persona in negozio, in Via Legnano 8 a Piacenza.

Vi aspettiamo, fiduciosi.


Uno scrittore in vetrina

Da quando la Libreria Fahrenheit 451 di Piacenza ha cambiato sede e dispone di una vetrina ampia, il desiderio è stato di sfruttare a pieno questa fortuna in modo non consueto…

Abbiamo così invitato Gabriele Dadati e il suo nuovo libro Per rivedere te (Barney edizioni) a passare il pomeriggio in “esposizione”.

Sabato 29 marzo è stato ricostruito un vecchio studio da scrittore in vetrina e dalle 16 alle 19 lo scrittore ha preso posto in questa postazione coinvolgendo i passanti che incuriositi sono entrati per tutto il pomeriggio. Una volta accomodati (uno alla volta) nello studio gli è stato offerta una tisana con biscotti del commercio equosolidale (La Pecora Nera, bottega accanto alla nostra) o un bicchiere di vino bianco delle nostre valli e spontaneamente sono nate domande sul libro.

dadati

 


Serata con Pecora Nera e Libreria Fahrenheit 451

La Libreria Fahrenheit 451 e la bottega La Pecora Nera vi invitano alla serata “Il nodo al fazzoletto“:

SABATO sera 25 gennaio

Ore 20,00 Cena a Buffet
con i prodotti del commercio equo e i vini di Libera e Km 0
(contributo € 10 per sostegno alle attività della bottega)

Ore 21,15 Racconto orale dedicato alla memoria
di e con Gian Pazzi
accompagnato da Fabio Iazzetta alla chitarra

nodo al fazzoletto