"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Articoli con tag “La compagnia delle piante

Incontro con gli autori Del Vecchio e Fini

RIMANDATO CAUSA MALTEMPO A DATA DA DESTINARSI!

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita:

COMPAGNIA DELLE PIANTE LOC

Venerdì 2 marzo alle ore 18,30 Presentazione del romanzo di Ludovico Del Vecchio, “La compagnia delle Piante” (elliot) e del volume “Amico Albero” (ETS edizioni) di Francesco Ferrini e Alessio Fini. Oltre agli autori sarà presente Stefano Lorenzi, Tree Climber. I libri, un giallo e un saggio, ci faranno comprendere come gli alberi in città sono indispensabili alla nostra vita.

UN GIALLO AVVINCENTE CHE INAUGURA UN NUOVO GENERE: IL GREEN THRILLER. Jan De Vermeer, poliziotto di volante della questura di Modena, vive un periodo di depressione. Il suo cane Pagliuca è morto e lui si sente così solo che l’alcol rischia di diventare la sua unica, pericolosa, compagnia. Un giorno, rovistando nel garage, ritrova una vecchia bicicletta da corsa e una vanga. Jan decide di ripartire da questi due oggetti per rimettere in sesto la sua vita. Comincia così a pedalare nel cuore della notte, armato di vanga e piantine per dare il via alla sua personale crociata verde per rivalutare le rotonde stradali trascurate: nasce così la fantomatica Compagnia delle piante. Mentre la sua guerrilla gardening prende piede, in città si verificano efferati omicidi seriali preceduti da lettere minatorie, Jan non vuole occuparsi del fatto, finché una di quelle lettere non arriva anche a lui…

Negli ultimi anni è cresciuta notevolmente la percezione degli spazi verdi come il principale mezzo per sostenere una vita sana nelle aree urbane. I positivi collegamenti tra presenza di spazi verdi e salute sono stati riconosciuti nel corso della storia e sono stati una delle forze trainanti del movimento per i parchi urbani del 19° secolo in Europa e Nord America. Nel 21° secolo le nuove tecniche di ricerca offrono l’opportunità di studiare i meccanismi alla base dell’associazione tra spazi verdi e salute, in modo da soddisfare gli standard scientifici contemporanei e informare, con ricerche replicabili, le istituzioni, i tecnici, ma soprattutto i cittadini.
In questo libro sono riassunti e commentati, con oltre 300 citazioni bibliografiche, i più recenti dati disponibili sugli effetti benefici del verde urbano, come ad esempio il miglioramento della salute mentale, la ridotta morbilità e mortalità cardiovascolare, nonché gli effetti positivi riguardanti l’inquinamento atmosferico, i cambiamenti climatici, il rumore e il calore in eccesso. Una parte è poi dedicata anche ai problemi talvolta determinati dalla presenza delle piante.
Amico Albero è un libro pragmatico e realista, scritto con rigore, ma anche con attenzione al lettore non specialista e agli appassionati del verde, che potranno facilmente trovare informazioni utili e accrescere le loro conoscenze sull’argomento.

Annunci