"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Articoli con tag “Frassinelli

Incontro con l’autore Varesi

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita all’incontro:

profondo giallo_locandina varesi-01

Annunci

“Carola” book-performance

La Libreria Fahrenheit 451 organizza, giovedì 13 giugno 2013 ore 18:30, allo Spazio Rosso Tiziano, la book-performance del libro:

Carola
di Barbara Garlaschelli
ed. Frassinelli

Interviene Eleonora Bagarotti
Letture di Elisabetta Spaini e Irma Zanetti

carola

Clicca per ingrandire

(Scheda libro)


I consigli degli amici: “Carola”

Consiglia anche tu un libro compilando questi semplici punti:
Chi-Cosa-Come-Dove-Quando-Perché
e manda il tuo consiglio a fahrenheit.451@libero.it
Noi lo pubblicheremo al più presto su questo sito!

Oggi un consiglio di Stefano:

CarolaCHI (nome di chi lo consiglia)  Stefano

COSA  “Carola” di Barbara Garlaschelli (Frassinelli)

COME  cartaceo

DOVE (dove l’ho letto / dove leggerlo)  ovunque, meglio se c’è un po’ di luce

QUANDO  non ha data di scadenza

PERCHE’ (perché lo consiglio…)  è una bella storia, ricca di personaggi originali, dedicata a un mondo (quello degli attori girovaghi del ‘900) del quale sappiamo poco, tutto da scoprire.

 

Scheda


Incontro con lo scrittore Alessandro Golinelli

La Libreria Fahrenheit 451 organizza:

MERCOLEDI’ 19 DICEMBRE ORE 21.00 – al Caffè Letterario Baciccia – via Dionigi Carli, 7 – PC

Incontro con lo scrittore Alessandro Golinelli
autore di L’AMORE SEMPLICEMENTE (ed. Frassinelli)
presenta Giancarlo Pagani

Alessandro Golinelli

Alesandro Golinelli, talentuoso regista e scrittore di romanzi e racconti, dopo sette anni di silenzio abbandona il tema gay e affronta l’atrocità del nazismo.
Anna Hoelder è una liceale tedesca. Vive la sua adolescenza in un momento storico complesso. Siamo nel 1944, la sua casa e la sua scuola sono a poca distanza da un luogo dal nome sinistro: Mauthausen, il campo di sterminio dove i nazisti imprigionarono soprattutto i loro avversari politici (anche numerosi antifascisti italiani), ma anche ebrei e soldati stranieri.
Proprio fra questi ultimi, costretti al lavoro forzato nelle fattorie della zona, Anna scorge un ragazzo bellissimo. Il giovane fa il giardiniere e Anna adora i fiori e le piante. Si chiama Il’ja, ha 17 anni ed è russo, è dunque un nemico.
Ma nei suoi occhi la ragazzina vede solo l’amore, e con tipico slancio adolescenziale è disposta a rischiare pur di raggiungerlo… Ma l’amore può esistere a due passi dall’inferno?

Il romanzo che segna il ritorno di Alessandro Golinelli a sette anni dal suo ultimo libro, è ispirato a una storia vera: il tentativo di fuga di un gruppo di prigionieri sovietici nell’inverno del 1945, finito in una carneficina. Solo una dozzina su 500 persone si salvò e riuscì a riacquistare la libertà, con l’aiuto coraggioso dei contadini della zona.
Delicato e struggente, il romanzo di Golinelli è un inno alla speranza, che può rinascere anche da un gioco di sguardi, persino nelle situazioni più disumane.

Scheda libro su www.sperling.it