"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Articoli con tag “Fahrenheit 451

Incontro con l’autore Alberto Schiavone

Da un’idea delle librerie Bookbank e Fahrenheit 451:

Prima tappa di Transumanza letteraria estiva a Travo (PC), sarà ospite lo scrittore Alberto Schiavone e il suo nuovo libroDolcissima abitudine” (Guanda).

A condurre l’incontro la giornalista Eleonora Bagarotti.
Accompagnamento musicale di Nicoletta Rosati al violoncello e Elena Gobbi al piano.

transumanza

Torino, 2006. Piera, sessantaquattro anni, sta partecipando al funerale del suo
ultimo cliente. Per gran parte della sua vita Piera Cavallero è stata Rosa, una
prostituta. Ha avuto molto. Ha avuto niente. Ha avuto soldi, tanti, un piccolo
impero economico insieme a una sua emancipazione personale. E ha avuto un
figlio, che però non la conosce. Ma Rosa negli anni non ha mai perso di vista
questo figlio. Gli è stata accanto passo dopo passo senza farglielo sapere. Ora,
giunta a fine carriera, sente che è arrivato il momento di chiudere i conti con
il passato. Un passato che ripercorriamo dai primi anni Cinquanta, quando nella
Torino in espansione del dopoguerra Rosa inizia il mestiere in casa con la
madre, che le ha trasmesso la professione appena adolescente. Seguiamo le sue
vicende e la sua caparbia evoluzione. Gli uomini incontrati, le cadute, la
solitudine rotta dai pochi amici e dai clienti che l’hanno accompagnata. La
storia di Rosa, minuscola eppure incredibile, ispirata a figure e ambienti
reali, si mischia con la storia del Novecento fino ad arrivare ai giorni nostri,
insieme alla necessità spietata di trovare una difficile pace.

Annunci

Massimo Carlotto al Caffè Letterario Baciccia

Mercoledì 6 giugno alle ore 21,30
Caffè Letterario Baciccia, Via D. Carli 7 a Piacenza
in collaborazione con Libreria Fahrenheit 451

Incontro con lo scrittore Massimo Carlotto per presentare il suo ultimo libro:
RESPIRO CORTO (Einaudi edizioni)

L’autore sarà intervistato dal giornalista Maurizio Pilotti

Sullo sfondo di una Marsiglia mai così affascinante, difesa da inguaribili romantici come il commissario Bourdet e il boss Armand Grisoni, una generazione di criminali del tutto nuovi scende in campo. Hanno studiato. Sono giovani, spregiudicati, e corrono terribilmente veloci. Potranno mai fallire?

Scheda del libro

Massimo Carlotto (Padova, 1956), è tra gli scrittori italiani uno di quelli che con maggiore consapevolezza ha usato il noir come genere capace di raccontare le trasformazioni, anche nascoste, della società. Ma ogni definizione gli va sempre piú stretta, come dimostra il suo percorso d’autore, che tende sempre piú a una forma di romanzo oltre ogni genere, che si avvale del thriller e del noir senza limitarsi in essi.

Scoperto da Grazia Cherchi, ha pubblicato il primo libro nel 1995 (Il fuggiasco, edizioni e/o). Sono seguiti, sempre per e/o, i romanzi La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Le irregolari. Buenos Aires horror tour, Nessuna cortesia all’uscita, Il corriere colombiano, Arrivederci amore, ciao, Il maestro di nodi, L’oscura immensità della morte, Niente, piú niente al mondo, Nordest (con Marco Videtta), La terra della mia anima, e il recentissimo Alla fine di un giorno noioso. Per Einaudi Stile Libero ha pubblicato, con Francesco Abate, il bestseller Mi fido di te. Sempre per e/o è uscito con molto successo il romanzo storico Cristiani di Allah. Carlotto ha scritto anche, tra l’altro, molti racconti e drammi. Il suo personaggio piú noto è Marco Buratti, l’Alligatore, detective ex carcerato, che forma un intero ciclo fino al 2009. Nel 2012, per Einaudi Stile libero, ha pubblicato Respiro corto. I suoi libri sono tradotti in molte lingue e ha vinto numerosi premi sia in Italia che all’estero.