"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Non solo libri

Festival “Transumanza”

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita:

Layout 1


Crowdfunding per la “Pecora Nera”

Pubblichiamo questa lettera della storica Bottega del commercio equosolidale La Pecora Nera, chi potrà contribuire alla campagna di CROWDFUNDING può farlo online o passando in bottega direttamente.

Inoltre venerdì 28/7/17 ci sarà un “apericena” con contributo di € 12 presso la Coop Infrangibile in via Alessandria n. 16 Piacenza.

pecora

La Pecora Nera, “storica” bottega del commercio equo e solidale di Piacenza, dopo 30 anni di attività rischia – seriamente – di chiudere per sempre, causa una situazione finanziaria non più sostenibile. Si dirà che non è l’unica realtà commerciale che ha dovuto farlo e che non sarà la morte di nessuno, entrambe verità sacrosante.

Però la Pecora Nera non è solo un negozio di prodotti alimentari e di artigianato provenienti dal Sud del Mondo, ma un modo concreto per manifestare solidarietà con le cooperative di agricoltori e artigiani che, grazie al commercio equo, hanno potuto ottenere prezzi per i loro prodotti che hanno conferito un briciolo di ricchezza (e un po’ di dignità) ai soci lavoratori, ricchezza che è stata reinvestita per costruire scuole e laboratori nei quali formare culturalmente e professionalmente i propri giovani, per avere pozzi e ambulatori medici, per liberarsi dalle condizioni capestro dei committenti che obbligano a lavorare senza orario, senza diritti e senza tutele, in particolare per donne e minori. Ma è anche un modo per noi acquirenti per dire che le persone sono più importanti delle cose, e che i diritti e la dignità delle persone non sono negoziabili, tanto meno al ribasso.

Siamo ben consci che le difficoltà non mancano neppure qui da noi, e che i modi per sostenere quella larghissima fascia di popolazione in difficoltà sono tanti, tutti lodevoli e meritevoli di attenzione. Ma la solidarietà, si sa, è inclusiva e poi non possiamo, non vogliamo credere che la crisi economica e l’inerzia naturale delle cose abbia avuto il sopravvento sugli ideali. È vero che da quando la notizia della possibile chiusura è trapelata qualcosa si è mosso, ma molto rimane da fare.

Ci rivolgiamo dunque a tutti coloro che vogliono rifiutarsi di credere che nella nostra città il puntino del commercio equo e solidale venga cancellato, a tutti quelli – e sono tanti – che in questi 30 anni hanno acquistato un pacchetto di caffè o una tavoletta di cioccolato, una saponetta o una bomboniera, ma anche a quelli che fino ad oggi non lo hanno fatto perché pensavano che non fosse così necessario, chiedendogli di fare uno sforzo, di tipo morale, impegnandosi a diventare nostro cliente abituale.

Intanto abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding alla quale si può partecipare
andando alla pagina web https://www.produzionidalbasso.com/, progetto “La Pecora Nera e il commercio equo e solidale a Piacenza” (solo per utenti PayPal), ma si può sostenere l’iniziativa anche recandosi di persona in negozio, in Via Legnano 8 a Piacenza.

Vi aspettiamo, fiduciosi.


Artista in vetrina: Sandra Ercolani

Sabato mattina 17 giugno dalle ore 10.00 alle 13.00 torna alla Libreria Fahrenheit 451 l’iniziativa “UN ARTISTA IN VETRINA”, e non in senso metaforico.
Protagonista infatti l’architetto designer di ri-gioielli Sandra Ercolani che presenterà e mostrerà l’esecuzione della sua nuova linea ETNICART, a base di carta filata riciclata da quotidiani e riviste, in un piccolo laboratorio allestito direttamente in vetrina dove il pubblico potrà vedere come nasce la sua opera e dialogare con lei.

ERCOLANI .png

L’anima di MMD metamorphosidesign è l’architetto Sandra Ercolani, di origine romagnola, “trapiantata” nella Pianura Padana, dove ha svolto la libera professione dal 1996 al 2011 occupandosi principalmente di ristrutturazioni edili , bioarchitettura e design di interni. 
La scelta del nome METAMORPHOSIDESIGN nasce da sè, trattandosi di una metamorfosi di idee e materiali che sono venute a crearsi nel tempo. La passione per la bioarchitettura e la sensibilità ai problemi ambientali hanno portato l’ingegno creativo di Sandra Ercolani a pensare di creare prodotti con materie prime riciclate; essendo talmente tanti i rifiuti non riutilizzati nel nostro Paese, sarebbe un vero peccato non trasformare tutta questa materia in “materia prima” a sua volta ri-riciclabile. La passione inoltre, per il design del gioiello, l’ha portata dapprima alla creazione di bijoux con materiali più o meno preziosi, fino ad arrivare anche al design di accessori per la casa , non tralasciando quindi l’attività di interior designer.

il RI-gioiello, pensato e creato per gente giovane..ma non necessariamente d’età. Per chi ha una marcia in più e dedica questa marcia a velocizzare la sensibilità verso l’ambiente e l’eco-design.


Incontro: “leggere il trauma nei bambini”

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita:

trauma genitorale


Festival “Transumanza”

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita:

transumanza locandina


Presentazione corso di scrittura creativa

Alla Libreria Fahrenheit 451, mercoledì 26 aprile ore 18,45:

Presentazione di “La stanza dei racconti”
corso di scrittura creativa a cura di Angelo Calza
promosso e organizzato da Epikurea per imparare l’arte di scrivere un racconto.

Degustazione letteraria e di vini in compagnia di Angelo Calza.

corso.png

Per maggiori dettagli: http://www.svep.piacenza.it/la-stanza-dei-racconti-scrittura-creativa.html#sthash.Ruioprkt.dpuf


Slow Food Day in Libreria

La Libreria Fahrenheit 451 vi invita sabato 8 aprile allo Slow Food Day:

slow food day.png


Inaugurazione “Un gioiello per la vita

La Libreria Fahrenheit 451 vi aspetta Mercoledì 8 marzo dalle 18.30 alle 20 a Palazzo Ghizzoni Nasalli in via Roma a Piacenza per un aperitivo di inaugurazione della Mostra:

un gioiello.jpg

I GIOIELLI DI 20 ARTISTI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.
Il Comitato Culturale Sinergie, a seguito del concorso sul gioiello contemporaneo, UN GIOIELLO PER LA VITA, concluso lo scorso 10 gennaio, presenta la mostra itinerante che vede le opere dei 20 artisti selezionati, come espressione del loro sentire contro la violenza sulle donne.

L’8 marzo 2017 alle ore 18.30, ospiti delle cantine di Palazzo Ghizzoni Nasalli a Piacenza, si inaugurerà la mostra del Progetto Gioiello Comunicazione; nata da un’idea di Sandra Ercolani che in questo anno di esordio dell’iniziativa ha scelto come tema “Un Gioiello per la Vita”, rappresentazione di un grido contro la violenza sulle donne.
I 20 artisti selezionati, provenienti da tutta Italia, hanno espresso la loro creatività con l’utilizzo di materiali non preziosi, volendo dare maggior risalto e preziosità al progetto ed al concetto più che alla materia stessa.
La mostra si compone di 5 tappe allo scopo di valorizzazione del territorio piacentino, toccando le località storiche di maggior rilevanza delle valli: Valtrebbia, Valtidone, Val d’Arda. Ricordiamo che ad ogni mostra sarà possibile votare il proprio artista preferito.
La conclusione è prevista per il 24 settembre a Pianello Valtidone in occasione della quale. verrà nominato l’artista con maggior consenso da parte della giuria popolare.
I nominativi di chi si è aggiudicato la mostra personale alla galleria Il Lepre, l’articolo ed il premio copertina, verranno resi noti durante la serata dell’8 marzo.
Per maggiori informazioni http://gioiellocomunicazione.webnode.it