Consigliato da Fahrenheit451: Savana Padana

Un sanguinario far est padano con varie etnie a padroneggiare sul territorio del brenta padovano. Davvero a tinte forti, insomma una pulp story.

Matteo Righetto – Savana Padana  (ed. TEA, 10€)

Il Brenta da una parte, il Piovego dall’altra. Due corsi d’acqua stringono a tenaglia una terra piatta umida e tignosa dove l’afa d’estate è mortifera. Tra queste campagne c’è San Vito. Una chiesa, tre condomini e qualche villetta su una strada lunga e dritta che spacca in due l’intero paese. Con un bar da una parte e uno dall’altra. In mezzo, cinesi, zingari, una banda scalcinata di delinquenti locali, una statua di Sant’Antonio e un carabiniere che crede di sapere il fatto suo. Savana padana è un irresistibile «western» teso, graffiante, crudo e ambientato in una landa perduta del Nordest di oggi; un romanzo che gioca con i dialetti, i colori, il sangue e le corrotte geometrie umane e sociali di una terra epica…

Matteo Righetto (Padova, 1972) ha esordito proprio con Savana padana nel 2009 (che l’autore ha rivisto per questa nuova edizione nazionale TEA). Ha pubblicato successivamente Bacchiglione Blues; un suo racconto è stato selezionato da Massimo Carlotto per la serie «10 racconti noir» ed è apparso sul quotidiano il manifesto e un altro suo testo è stato selezionato per l’antologiaVenice Noir curata da Maxim Jakubowski per Akashic Books (New York). Dirige il festival letterario internazionale «Sugarpulp», che si tiene ogni anno a Padova, e ha fondato recentemente «Scuola Twain».

Scheda del libro

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑