"Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli" J.Brodsky

Archivio dell'autore

Presentazione: “Il complesso di Ismene”

mappgdakgilhncgp.png
VENERDì 19 GENNAIO ALLE ORE 18.30 alla libreria Fahrenheit 451 a Piacenza presentazione del libro “Il Complesso di Ismene. Io mi salvo da sola” con Adele Falbo (psicanalista e curatrice del libro), Stefano Sartori (psicoterapeuta). Letture del testo a cura di Federica Toti (attrice). Elisa Malacalza (giornalista) coordinerà l’incontro.
Il Complesso di Ismene nasce da uno studio teatrale di Adele Falbo sul tema della violenza contro la donna in un’ottica psicoanalitica, in particolare in quella della Psicologia Analitica di Carl G. Jung. Attraverso quest’ottica la violenza contro la donna, a teatro, nella prospettiva analitica, si manifesta “letteralmente” sul palcoscenico: la psiche della donna si fa teatro, le dinamiche interne diventano azioni sceniche e i diversi aspetti della personalità inconscia, diventano i personaggi in scena.

Carl G. Jung, considera il teatro come il contenitore per elaborare e comprendere i complessi psichici estesi sul piano sociale. Questa riflessione è coerente con l’origine del teatro in Grecia, il cui intento era fortemente educativo pur conservando indiscusso l’aspetto aulico. Nella tragedia greca si raccontava cosa l’animo umano poteva fare e la volontà era di portare in teatro quello che non doveva succedere nella Polis

Annunci