Consigliato: “La lingua del fuoco”

La Libreria Fahrenheit 451 vi consiglia come riproposta in una nuova edizione:

“La lingua del fuoco”
di Don Winslow
(Harper Collins)

HarperCollinsJack Wade era l’astro nascente della Squadra Investigativa Incendi del dipartimento dello Sceriffo di Orange County. Finché uno scandalo non gli ha portato via tutto. Tranne la sua straordinaria conoscenza del fuoco. Ora lavora per la compagnia di assicurazioni California Fire and Life. Liquida le richieste di danni. Ed è il migliore in circolazione. Per questo hanno mandato lui a casa della famiglia Vale: a poche ore di distanza dal rogo che ha distrutto un’intera ala della sua bellissima villa e causato la morte della giovane moglie, Nicky Vale, un noto imprenditore immobiliare, ha avanzato una richiesta di indennizzo di alcuni milioni di dollari. Ma Jack parla la lingua del fuoco, e il fuoco gli sussurra che c’è qualcosa che non quadra. Che a uccidere Pamela Vale non è stato affatto l’incendio… Seguendo gli indizi lasciati dalle fiamme, Jack finisce per imbattersi in uno spietato mondo di corruzione dove nulla è ciò che sembra, un mondo in cui non è la lingua del fuoco che parla, ma quella dei soldi. In breve la situazione si fa così scottante e mortale da mettere in pericolo la sua stessa vita… Fino a quando non decide di combattere il fuoco col fuoco.

Con lo stile essenziale e disincantato che lo contraddistingue, i suoi personaggi così straordinariamente umani, e il perfetto equilibrio tra scene d’azione e descrizioni del mondo criminale, Winslow dà vita a un romanzo complesso e intrigante in cui il vero protagonista è il fuoco.

I commenti sono chiusi.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑